Open letter to Gianni Riotta



Warning: this article is available in English language only by automatic translation (Google Translate).
Press the button below to translate. Please, note that automatic translation is far to be perfect.

Al direttore del TG1 Gianni Riotta

Ancora una volta il TG1 ha parlato della madre che combatte per tenere in Italia con lei il figlio, affidato da una Corte del Massachusset al padre. Sono decine i padri che si trovano nella stessa identica situazione, ma di loro non si parla. Sono migliaia i padri che attendevano la nuova legge sull’affido condiviso per poter stare di nuovo con i loro figli, ma del fatto che moltissimi giudici si RIFIUTINO di applicare la legge non si parla. Perché? Forse perché in una società dove un maschilismo che ancora cova sotto le ceneri e un vetero-femminismo che cerca solo il privilegio e non la parità hanno costruito un’improbabile alleanza, per i genitori di sesso maschile pari opportunità e dignità sono solo una vana speranza.

Dr. Dario de Judicibus
Fondatore di «Padri ad ore»
Consigliere Nazionale Fe.N.Bi.

Please use Facebook only for brief comments.
For longer comments you should use the text area at the bottom of the page.

Facebook Comments

Leave a Reply




*


In compliance with the appropriate provisions of the law I state that this site is no profit, has not a predefined recurrence and is not updated according to a deadline. It may therefore not be considered an editorial product under Italian law #62 of March 7th, 2001. In addition, this site makes use of the right of citation for academic and criticism provided in Article 10 of the Berne Convention on copyright.