Lettera aperta a Gianni Riotta



Al direttore del TG1 Gianni Riotta

Ancora una volta il TG1 ha parlato della madre che combatte per tenere in Italia con lei il figlio, affidato da una Corte del Massachusset al padre. Sono decine i padri che si trovano nella stessa identica situazione, ma di loro non si parla. Sono migliaia i padri che attendevano la nuova legge sull’affido condiviso per poter stare di nuovo con i loro figli, ma del fatto che moltissimi giudici si RIFIUTINO di applicare la legge non si parla. Perché? Forse perché in una società dove un maschilismo che ancora cova sotto le ceneri e un vetero-femminismo che cerca solo il privilegio e non la parità hanno costruito un’improbabile alleanza, per i genitori di sesso maschile pari opportunità e dignità sono solo una vana speranza.

Dr. Dario de Judicibus
Fondatore di «Padri ad ore»
Consigliere Nazionale Fe.N.Bi.

Si prega di usare Facebook solo per commenti brevi.
Per commenti più lunghi è preferibile utilizzare l'area di testo in fondo alla pagina.

Commenti Facebook

Lascia una risposta




*


Nel rispetto delle apposite norme di legge si dichiara che questo sito non ha alcun scopo di lucro, non ha una periodicità prestabilita e non viene aggiornato secondo alcuna scadenza prefissata. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge italiana n. 62 del 7 marzo 2001. Inoltre questo sito si avvale del diritto di citazione a scopo accademico e di critica previsto dall'Articolo 10 della Convenzione di Berna sul diritto d'autore.