Ad un’amica



A volte l’ispirazione arriva dalle direzioni più inaspettate. Ero su Facebook quando un’amica, Maria Laura Platania, ha scritto sul suo profilo le seguenti parole: «Ho paura del vento. Ho sempre avuto paura del vento». Non avevo finito di leggerle che quasi senza accorgermene le mie dita stavano battendo sulla tastiera «Allora canta insieme a lui e catturerai il suo cuore». Poi la mente si è aperta, la mano è scivolata sul mouse e ha aperto un file: dopo alcuni secondi poche righe erano apparse come per incanto sullo schermo del mio PC… A volte l’estro è un mistero anche per il poeta, tanto che forse scrivere ti avvicina davvero a Dio perché come altro si potrebbe spiegare tutto ciò se non con un atto di creazione. Ma è il poeta che crea la poesia, o viceversa…? Mistero della fede.

Ad un’amica
Non aver paura del vento.
Canta insieme a lui
e catturerai il suo cuore.

Non aver timore delle acque profonde.
Libera la tua anima
e galleggerai leggera.

Non temere l’oscurità.
Penetra il loro mistero
e svelerai la loro sofferenza.

Il mondo attende solo te
per essere davvero capito.
Dario de Judicibus

Tags: ,

Comments (1) to «Ad un’amica»

  1. utente anonimo says:

    … quando tornerà a soffiare canterò con lui e la dolcezza del tuo inno e mi consolerà.

    Di sicuro lo fa quest’improvviso sentimento d’amicizia e di condivisione.

    Grazie, ma davvero

    L.

No trackbacks or pingbacks to «Ad un’amica»

Please use Facebook only for brief comments.
For longer comments you should use the text area at the bottom of the page.

Facebook Comments

Leave a Reply




*


In compliance with the appropriate provisions of the law I state that this site is no profit, has not a predefined recurrence and is not updated according to a deadline. It may therefore not be considered an editorial product under Italian law #62 of March 7th, 2001. In addition, this site makes use of the right of citation for academic and criticism provided in Article 10 of the Berne Convention on copyright.