La morale immorale



In questi giorni si fa tanto parlare dei festini ad Arcore e delle vere o presunte amanti, fidanzate o ragazze da una notte di Silvio Berlusconi e dei suoi ospiti. L’intera questione viene presentata dai media soprattutto come una questione morale anche se ha, ovviamente, anche dei risvolti penali. Non entro in merito, perché c’è già chi lo sta facendo abbondantemente. Voglio tuttavia cogliere l’occasione per evidenziare un’altra questione morale, ad essa collegata.

In passato, a fronte di eventi simili, proprio quei media che tanto evidenziano oggi il problema etico conseguente ai vari festini e incontri più o meno privati del Premier, hanno assunto a vero ruolo di star personaggi di ogni genere che, in tali vicende, avevano giocato un ruolo tutt’altro che positivo. Tanto per chiarire, quello che mi aspetto avvenga anche questa volta è che prima o poi qualcuna delle ragazze in oggetto, o altri personaggi coinvolti in questo melodramma legal-mediatico, rilascino interviste a pagamento, scrivano o facciano scrivere un libro con rivelazione più o meno clamorose e magari arrivino in televisione o addirittura sul grande schermo. Il tutto ovviamente con guadagni tali che la maggior parte di noi non si sogna di fare neppure in una vita di duro e onesto lavoro.

A questo punto mi domando: ma che differenza c’è fra un Berlusconi che per passare una notte di sesso più o meno sfrenato, e propenderei per il meno, data l’età del soggetto, elargisce regalie e biglietti da 500 euro, e il giornale o l’editore che pur di pubblicare un certo articolo o di vendere migliaia di copie dell’ennesima “opera spazzatura”, paga quelle stesse persone persino di più di quanto abbia fatto il Presidente del Consiglio?

Commenti (14) a «La morale immorale»

  1. utente anonimo ha detto:

    Previsione facile, visto che viene formulata *dopo* lo svolgersi dell'evento profetizzato.

    V.

  2. Caschetto ha detto:

    Dipende se la persona in questione pagata è minorenne oppure no: in questo caso andarci a letto (pagando) è reato, intervistarla (sempre a pagamento) non lo è…
    Per le maggiorenni, più che scandalizzarmi peri giornali (vendono ciò che la gente piace e , so che è cinico, "tutti abbiamo un mutuo da pagare") e il Berlusconi (che ormai di morale non ha nulla e la questione riguarda più il suo ruolo, perchè se fosse un imprenditore qualunque 70enne rincoglionito e non regalasse ruoli politici a persone che hanno il solo merito di darla bene e dimenare le tette per me potrebbe andare a letto con tutte le maggiorenni maggiorate d'Italia), io sono scandalizzata da mie coetanee del mio stesso ceto sociale (parlo di italiane 20enni medioborghesi) che hanno già un pelo sullo stomaco abbastanza lungo da vendere (e qui mi scuso per i termini) patata, culo, parole, esibizioni e, se si potesse, anche la amata mammina che le incita a darla via…

  3. Dario de Judicibus Dario de Judicibus ha detto:

    @Caschetto Fermo restando che è sacrosanto quello che hai detto, ovvero sull'illegalità di fare sesso con una minorenne (ancora accettabile almeno sul piano morale se a farlo è un coetaneo maggiorenne di un paio di anni di più, non certo un uomo di una certa età) non so se intervistare a pagamento una minorenne senza il consenso dei genitori sia del tutto lecito. Di certo non è legale pubblicare sui giornali foto di minorenni se non in casi particolari.

  4. Dario de Judicibus Dario de Judicibus ha detto:

    @V. Quale evento??? Non credo qualcuno abbia già scritto un libro o roba del genere? O mi sono perso qualcosa?

  5. TuscanyVilla ha detto:

    Sono molte le cose sbagliate di questo paese ma non si risolvono con il proverbio: mal comune mezzo gaudio .
    Ogni problema dev'esser affrontato a partire dall'alto, e chi c'è più in alto del presidente?
    Ciao dalla Toscana

  6. utente anonimo ha detto:

    La differenza sta nel fatto che se non ti piacciono gli articoli non compri quel giornale e ne compri altri, il "Presidente", invece, volente o nolente te lo devi tenere come pure l'immagine che lui da all'estero dell'Italia…

  7. utente anonimo ha detto:

    articolo sacrosanto: tutti commenti poi tornano al punto di partenza, Berlusconi su, Berlusconi giu', ma il punto del pezzo e' proprio un altro:
    la morale immorale innescata da un certo fare del media-trash.
    qui non si dice se c'e' differenza tra i festini o i grandi fratelli per ammorbidire i festini, questo e' discorso superato e va avanti da se'.
    qui si dice che come principio morale non c'e' differenza, e questo e' incontrovertibilmente provato proprio dall'assurgere a celebrita' delle stesse ragazze della nota vicenda. io concordo.
    quello che la gente vuole? la gente vuole quello che viene educata a considerare come attraente: il principio dei grandi fratelli e' rendere attraente il grezzo, cosi' l'altro grezzo davanti allo schermo ne guadagna in autostima e si identifica nel modello. se gli proponi qualcosa che per essere raggiunto preveda un percorso piu' duro dove mettersi in gioco gira subito le spalle e cambia canale.

  8. utente anonimo ha detto:

    Per legge non si può intervistare un minorenne senza il consenso dei genitori.

  9. utente anonimo ha detto:

    DArio, mi riferivo alla previsione che fai nel tuo articolo aspettandoti che queste persone diventino famose, vengano pagate per le comparsate, ecc.

    E' già successo… ben prima della stesura del tuo articolo. Purtroppo.

    V.

  10. utente anonimo ha detto:

    E chi ha diffuso questa morale immorale se non le televisioni commerciali di Berlusca?

  11. utente anonimo ha detto:

    Questa cultura che ci ha portato alla mignottocrazia è nata dalle TV private, di cui Berlusconi è il principale esponente. Ti ricordo…
    E poi questa scusa che è quella che la gente vuole vale fino ad un certo punto.
    Diciamo che un produttore si porta a letto le veline poi le mette in televisione e se uno gli chiede qualcosa ti risponde….è quello che la gente vuole..
    bella scusa
    Facciamo un televisione scadente? è quello che la gente vuole
    Le attrici non sanno recitare ma sono bone? è quello che la gente vuole
    e via avanti

  12. Dario de Judicibus Dario de Judicibus ha detto:

    Mah, a me sembra che la RAI non sia da meno, e comunque quegli stessi giornali che danno addosso a Berlusconi, poi quando si tratta di fare gossip, non hanno alcuna remora morale a pagare un bel po' certa gente pur di pubblicarne l'intervista. Ricordate Corona? 

    Forse darà fastidio sentirlo dire, ma Berlusconi ha ragione quando dice che rappresenta una buona parte del Paese… purtroppo.

  13. utente anonimo ha detto:

    @Dario: ti sottoscrivo… il Berlusca è la "vetta eccelsa" di un comportamento diffuso.

    V.

  14. utente anonimo ha detto:

    1 – Berlusconi è ancora peggio di chi lo ha votato.
    2 – Chi ha intervistato una minorenne?

Nessuna retrotraccia o avviso a «La morale immorale»

Si prega di usare Facebook solo per commenti brevi.
Per commenti più lunghi è preferibile utilizzare l'area di testo in fondo alla pagina.

Commenti Facebook

Lascia una risposta





Nel rispetto delle apposite norme di legge si dichiara che questo sito non ha alcun scopo di lucro, non ha una periodicità prestabilita e non viene aggiornato secondo alcuna scadenza prefissata. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge italiana n. 62 del 7 marzo 2001. Inoltre questo sito si avvale del diritto di citazione a scopo accademico e di critica previsto dall'Articolo 10 della Convenzione di Berna sul diritto d'autore.