Rivoluzione Bianca



Ho creato su Facebook una pagina per discutere di una controproposta all’idea, ipotizzata da alcuni politici ed esperti di economia, di caricare sui cittadini italiani parte del debito pubblico italiano. La controproposta è semplice nella sua espressione, anche se poi, realizzarla, richiederà parecchio lavoro, soprattutto per creare un piano di transizione credibile che non impatti sulla gestione della cosa pubblica.

In pratica l’idea è quella di fare uno scambio: noi cittadini ci prendiamo carico in tot anni di tutto il debito pubblico italiano, ovvero lo azzeriamo, e in cambio viene azzerata completamente l’attuale classe politica, ovvero tutti i partiti, nessuno escluso, i cui beni andranno a fare cassa per contribuire all’azzeramento del debito.

Sembra un’idea pazzesca ma non più di quella, mai attuata da alcun governo, di ribaltare sui cittadini tutto il debito dello Stato. Si tratta solo di definirne molto bene i dettagli, dato che non potrà essere fatta dal giorno alla notte e si dovrà comunque garantire il funzionamento dello Stato. Per azzeramento completo della classe politica, tuttavia, si intende davvero un completo ricominciare da zero, a tutti i livelli, sia nelle istituzioni centrali che in quelle periferiche.

Come fare? Discutiamolo insieme su Facebook.

Si prega di usare Facebook solo per commenti brevi.
Per commenti più lunghi è preferibile utilizzare l'area di testo in fondo alla pagina.

Commenti Facebook

Lascia una risposta




*


Nel rispetto delle apposite norme di legge si dichiara che questo sito non ha alcun scopo di lucro, non ha una periodicità prestabilita e non viene aggiornato secondo alcuna scadenza prefissata. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge italiana n. 62 del 7 marzo 2001. Inoltre questo sito si avvale del diritto di citazione a scopo accademico e di critica previsto dall'Articolo 10 della Convenzione di Berna sul diritto d'autore.