Se il Ministero funziona come il sito…



Avete mai provato ad andare sul sito del Ministero per le Pari Opportunità? Provate.

Io mi sono registrato stamattina presto e ho provato subito a mettere un messaggio sul loro forum. Se si preme INVIA ricompare la schermata del forum senza tuttavia alcun messaggio di conferma. Dopo oltre 12 ore il messaggio non era ancora comparso. Così ne ho messo un altro stasera, su un altro argomento. Niente da fare. OK, mi son detto, sarà un forum moderato. Non è scritto, comunque non è poi così irragionevole su un sito governativo. Però un messaggino che lo dicesse avrebbero anche potuto mettercelo! Pazienza. Sono nuovi nella Rete: fino a poco tempo fa neanche ce lo avevano, il sito!

Così decido di contattarli e di dirglielo. All’uopo c’è un piccolo modulo da compilare sotto la voce Contatti. Già come si presenta, tuttavia, lascia perplessi. Passino le istruzioni messe all’interno dei campi, ma chi le ha scritte neanche se l’è rilette! Come si può infatti vedere nella schermata qui sotto, in tre campi c’è scritto: «Inseire» invece di inserire.

Pazienza, un errore di battuta può sempre sfuggire. Non è certo un peccato mortale: capita a tuti… Ops, tutti! Così compilo il modulo. Da notare che, com’è prassi in questi casi, i campi obbligatori sono stati segnalati, nello specifico, da un asterisco. Il telefono non sembra quindi essere obbligatorio. Dato che l’indirizzo di posta elettronica lo è, tuttavia, la prima volta che ho compilato il modulo non ho inserito il numero del cellulare.

Compilo tutti i campi, premo INVIA e… voilà, mi ricompare la stessa schermata, quella con il modulo, e un bel messaggio in rosso che dice che nel campo telefono ci vanno solo cifre, non lettere. Ovviamente si riferisce alla famosa istruzione all’interno del campo: andava cancellata! Visto che non l’ho fatto il sito ha pensato bene di reimpostare tutti i campi: insomma, ha cancellato tutto quello che avevo scritto!

Sono un tipo ostinato, ormai si sarà capito. Così ricompilo tutto, incluso il numero di telefono, e ripremo il fatidico INVIA. Risultato?

The page cannot be displayed.

Motivo?

Error Type:
Microsoft VBScript runtime (0x800A000D)
Type mismatch: ‘ControllaEmail’
/-common/LIBRERIE/Libreria.asp, line 1948

Ovviamente la mia e-mail sta bene, è in ottima salute, ed è ovviamente scritta come va scritta ogni buona e-mail. Ci rinuncio, tanto, da quel poco che ho visto, il sito è veramente misero. Non ci credete? Parliamo del forum. Prendete un qualsiasi forum di una qualunque comunità ed è fatto mille volte meglio. Non ha neanche un decimo delle funzionalità di un forum qualunque. Sembra una di quelle cose casalinghe che si facevano a manina prima che qualche anima gentile mettesse a disposizione anche dei comuni mortali uno dei tanti pacchetti gratuiti in PHP che oggigiorno permettono di costruire forum in rete.

Perché me la prendo? Intanto perché quel sito è stato fatto anche con i miei soldi, e quindi mi piacerebbe che funzionasse. Poi perché non mi stupirei troppo se scoprissi che è pure costato tanto. Infine perché come servizi è veramente povero, senza contare che non esiste neanche l’indirizzo di posta elettronica del webmaster al quale — o alla quale, in fondo siamo al Ministero per le Pari Opportunità — segnalare i malfunzionamenti.

Se poi almeno funzionasse bene il Ministero, ma quello funziona ancora peggio del sito. Le cosiddette Pari Opportunità sono sempre a senso unico. Tutte le volte che sono state segnalate al Ministero discriminazioni sessiste nei confronti degli uomini invece che delle donne, questi le ha ignorate completamente. Ma allora ditelo! Chiamatelo «Ministero per le Opportunità delle Sole Donne» e non ne parliamo più! E magari, nel frattempo, sistemate quel benedetto sito!

Commenti (8) a «Se il Ministero funziona come il sito…»

  1. utente anonimo ha detto:

    Mi trovi abbastanza d’accordo.

    Non so se sia una tecnica quella di dire le cose più importanti solo alla fine, in un ‘crescendo’, che rende sì più godibile il post ma fa poco ‘servizio’ :).

    Quindi tanto per continuare con le sperimentazioni tecniche di comunicazione per farti i complimenti per il blog e per tutto (e per il trascorsi in MC incomincio a segnalarti che il feed RSS contiene il link ‘continua a leggere’ ma che punta a:

    http://www.blogitalia.it/post/3935090

    che non funziona

    mentre nel post completo il link punta a:

    http://lindipendente.splinder.com/post/3935090

    Visto che sei pieno di account e di dominii perchè non ci metti direttamente il blog ed evitiamo tutti questi link incrociati con le cose che arrivano da 300 punti diversi?

    Ah già, la sperimentazione: complimenti per tutte le attività.

    Ciao Ciro

  2. Dario de Judicibus Dario de Judicibus ha detto:

    In effetti il crescendo è voluto 😉

    Purtroppo Splinder non supporta i feed

    In quanto al puntatore mi sa che dovrò ridefinirlo direttamente in modo assoluto 🙁 ma tanto sto rifacendo il template.

    Sull’ultimo punto, per metter il blog su un mio dominio avrei bisogno del supporto PHP che attualmente non ho. MC-Link lo fa pagare.

  3. utente anonimo ha detto:

    MCLINK TI FA PAGARE IL SUPPORTO PHP??? A te?

    Sono basito.

  4. Dario de Judicibus Dario de Judicibus ha detto:

    Io pago regolarmente l’abbonamento a MC-Link come tutti gli altri. Perché ti stupisci?

  5. Dario de Judicibus Dario de Judicibus ha detto:

    Ho cotrollato, Ciro. Purtroppo quel link è generato da (meno)(meno)br(meno)(meno), per cui non ho il controllo sul fatto che sia assoluto o relativo. Proverò a chiedere a quelli di Splinder se mi danno una mano…

  6. utente anonimo ha detto:

    Mi stupisco perchè darti accesso a php non costerebbe loro niente.

    Partendo dal presupposto (solo una mia supposizione) che MCLink debba qualcosa a MC Microcomputer mi sembrava un atto dovuto supportarti :).

    A proposito ci sei tu anche dietro a queste pagine su geocities?

    http://www.geocities.com/SiliconValley/Pines/8961/ddjescam.html

  7. utente anonimo ha detto:

    …ehm si, ho visto che sei proprio tu che hai messo quella pagina su geocities, scusa la domanda idiota.

    ciao, Ciro

  8. Dario de Judicibus Dario de Judicibus ha detto:

    Ciro, il fatto che per vari anni sia stato un collaboratore di MC-Link non mi dà diritto a nulla, e neppure mi sognerei di chiedere privilegi particolari. Ho un ottimo rapporto con quelli di MC-Link, che influisce soprattutto su una certa flessibilità nel personalizzare la loro offerta in base alle mie esigenze, ma niente di più. Per il resto pago quello che devo pagare come tutti, e credo sia giusto così. Sul fatto invece che il PHP lo facciano pagare in più da un minimo di 200 euro a un massimo di 500 a seconda dei MB associati al MySQL, ho già fatto loro presente che non mi sembra una politica commerciale appetibile. Comprendo che i megabyte costino, ma perché non dare gratis almeno il PHP senza MySQL, tanto per cominciare? Loro affermano che fornire il PHP ha comunque costi di gestione. Non entro in merito. In fondo la cosa è verosimile. Tuttavia molti altri danno un buon PHP, robusto, ovvero non condiviso, gratuitamente all’interno del contratto base, mentre aziende come register.it lo fanno pagare una cinquantina di euro all’anno. Insomma, qualche margine di miglioramento nell’offerta MC-Link forse c’è.

Nessuna retrotraccia o avviso a «Se il Ministero funziona come il sito…»

Si prega di usare Facebook solo per commenti brevi.
Per commenti più lunghi è preferibile utilizzare l'area di testo in fondo alla pagina.

Commenti Facebook

Lascia una risposta




*


Nel rispetto delle apposite norme di legge si dichiara che questo sito non ha alcun scopo di lucro, non ha una periodicità prestabilita e non viene aggiornato secondo alcuna scadenza prefissata. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge italiana n. 62 del 7 marzo 2001. Inoltre questo sito si avvale del diritto di citazione a scopo accademico e di critica previsto dall'Articolo 10 della Convenzione di Berna sul diritto d'autore.